Home Catechesi Gruppi Caritas Photogallery Altre attività Info
Se ti piace il nostro sito, sostienilo!

 
 
 
 Parrocchia di San Sabino
 
Via Caduti del 28 Luglio 1943 n. 5
 70126 - BARI
 Tel: +39 080 5588183

 
ORARIO CELEBRAZIONI:

 SANTE MESSE

 Orario invernale:

 Giorni feriali: ore 18:30
 Giorni festivi: ore 10:00 - 11:30 - 18:30


 Orario estivo:

 Giorni feriali: ore 19:00
 Giorni festivi: ore 10:00 - 19:00


 
 SANTO ROSARIO

 
Giorni feriali: ore 18,00


 ADORAZIONE EUCARISTICA COMUNITARIA
 
 
Ogni 3° giovedì del mese alle ore 18:00


 
ADORAZIONE EUCARISTICA PERSONALE
 (silenziosa)

 
 
Ogni 1° venerdì del mese dalle 19:00 alle 20:00

 
 CENACOLO DELLE MADRI
 (Ottobre - Maggio)


 Ogni 2° giovedì del mese con i seguenti orari:
 
 ore 19:00 (orario invernale)
 ore 19:30 (orario estivo)



 CONFESSIONI
 
 
Ogni venerdì con i seguenti orari:

 17:00 - 18:00 / 19:00 - 20:00

 Per altri giorni contattare il parroco

 


News



Siti Amici












Le Parrocchie della XII Vicaria













VARIAZIONE ORARI SANTE MESSE

Da domenica 3 luglio, entrerà in vigore l'orario estivo delle Messe:

ore 10:00 - ore 19:00




Vivere la Fede nell'ascolto della Parola


Commento al Vangelo
Chiedete e vi sarà dato (Lc 11,9)


XVII Domenica T.O., 24 luglio 2016




Pregare è dare a Dio del padre, del papà innamorato dei suoi figli, e non del signore, del re o del giudice. È un Dio che non si impone ma che sa di abbracci; un Dio affettuoso, vicino, caldo, cui chiedere le poche cose indispensabili per vivere bene.
E chiederle da fratelli, dimenticando le parole "io" e "mio", perché sono fuori dalla grammatica di Dio. Infatti nella preghiera che Gesù insegna ci sono solo gli aggettivi “tuo” e “nostro”, sono lì come braccia aperte.
E la prima cosa da chiedere è questa: «che il tuo nome sia santificato». Il nome di Dio è amore. Che l'amore sia santificato sulla terra, da tutti, in tutto il mondo. Che l'amore santifichi la terra.
La seconda cosa da chiedere: «Venga il tuo regno». Nasca la terra nuova come tu la sogni. Venga in fretta, prenda forma compiuta il lievito santo che già pulsa e fermenta nel profondo delle cose; che il seme diventi pane.
E poi la terza cosa: «Dacci il pane nostro quotidiano». “Pane” indica tutto ciò che serve alla vita e alla felicità: donaci il pane e l'amore, entrambi necessari; entrambi quotidiani. Pane per sopravvivere, amore per vivere. E che sia il “nostro” pane, perché se uno è sazio e uno muore di fame, quello non è il pane di Dio, e il mondo nuovo non viene.
E la quarta cosa: «Perdona i nostri peccati». Togli tutto ciò che pesa sul cuore e lo invecchia, ciò che di me ha fatto male agli altri, ciò che degli altri ha fatto male a me, tutte le ferite che mantengo aperte.
Il perdono non si riduce a un colpo di spugna sul passato, ma libera il futuro, apre sentieri, insegna respiri. E noi che adesso conosciamo la potenza del perdono, noi lo doniamo ai nostri fratelli e a noi stessi (com'è difficile a volte perdonarsi certi errori...) per tornare a edificare pace.
E l'ultima cosa: «Non abbandonarci alla tentazione». Se ci vedi camminare dentro la paura, la sfiducia, la tristezza, o se ci senti attratti verso ciò che ci fa male, Padre, samaritano buono delle nostre vite, dacci la tua mano e accompagnaci fuori. Sarà come decollare, bucare le nuvole e tornare nell'azzurro e nella luce (M. Marcolini). E poi ritornare sulla terra, carichi di sole.

(a cura di padre Ermes Ronchi)


 

Clicca sull'immagine per scaricare la locandina



30 Maggio 2016

Ventitre anni di stola e grembiule...



Auguri don Angelo!

«Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile»  (San Francesco d'Assisi)



ASSOCIAZIONE ONLUS "GIUSEPPE MOSCATI"



ASSOCIAZIONE ONLUS "G. MOSCATI"


Telefono: +39 331 2821459
e-mail: onlus.moscati@tiscali.it




     Pagina: 1 2






Clicca sulle locandine per visualizzarle







 
 
 
Mappa del sito